La metafora del circo. [AR]

Il mondo è come un circo. Siete mai stati in un circo? C'è l'arena, che tutti guardiamo e c'è il tendone, sopra le nostre teste. Ora, ragioniamo in questo modo: noi pubblico siamo il popolo, il tendone è la politica "ufficiale" e l'arena è quello che ci fanno vedere, il nostro "intrattenimento". Mettiamoci ora nei panni di uno spettatore: a me piace guardare l'arena perchè mi mette di buon umore, perchè dovrei mettermi a guardare il tendone? Errore: se guardiamo solo l'arena, il tendone sarà libero di fare ciò che vuole. L'arena, esiste proprio per non farci guardare altro. Inoltre, eccoci al punto più importante: perchè il tendone è così alto, nascosto nel buio? Proviamo a seguirlo un pò questo tendone. Cosa fa un tendone? Copre l'interno dall'esterno, il tendone è a tutti gli effetti una copertura. A questo punto, lo spettatore curioso che ha alzato la testa si domanda: ma cosa c'è fuori? Fuori, nascosta alla vista distratta dall'arena e coperta dalla politica "ufficiale", c'è una struttura in ferro che sostiene TUTTO. Questa struttura in ferro, è quell'apparato che governa il mondo intero. E' ben protetta, lo spettatore deve prima distogliere gli occhi dall'arena, poi deve seguire il tendone, capire che è una copertura ed arrivare alla verità. Adesso, questo spettatore che ha capito tutto, come farà a dirlo agli altri? Immaginate di starvi godendo lo spettacolo, ed uno improvvisamente si alza ed urla a tutti di uscire perchè ha scoperto una cosa? Lo prenderemmo tutti per pazzo e lo spettatore avrà due strade: rassegnarsi e risedersi o insistere fino a quando la sicurezza non lo caccerà dal circo. Fuori metafora, cacciare dal circo vuol dire omicidio. L'unica salvezza, si avrebbe se la maggioranza degli spettatori riuscissero ad alzare la loro maledetta testa.

 

Antonio Ruggiero

Scrivi commento

Commenti: 2