Matteo: il dramma dell'Italia reale [AR]

Simeone Di Cagno Abbrescia (PDL)
Simeone Di Cagno Abbrescia (PDL)

Che sia molto chiaro: noi di restoqui.jimdo.com non ci stancheremo mai di denunciare lo schifo che ci governa; Perchè non riusciranno mai a toglierci la capacità di indignarci, e non ci riusciranno perchè, a noi, non ci narcotizzano con facebook & Barbara D'Urso, aumentateci pure le dosi, ne siamo immuni. Il governo è fermo da mesi, l'unico che lavora è Alfano per cercare di cucire la giustizia sul "culo flaccido" -cit Minetti- del capo. Così, mentre il pedofilo è rinchiuso nel bunker, l'Italia vera muore goccia a goccia come una stramaledettissima tortura cinese. L'onorevole che vedete in foto è un lecchino di Berlusconi, immortalato mentre cerca puttane su internet anziché aiutarci a sopravvivere meglio. Si è giustificato dicendo che "in parlamento capitano fasi di stallo in cui ti svaghi", vaglielo a spiegare agli operai di Mirafiore che hanno accettato di lavorare ininterrottamente come muli pur di far mangiare i figli, stronzo! Oggi abbiamo deciso di pubblicare questa lettera scritta da Matteo al Popolo Viola: (continua)

"Caro popolo viola,


Ho 34 anni, sono un disoccupato di Napoli, non lavoro da due anni, da quando il piccolo supermercato in cui lavoravo ha chiuso per crisi. Adesso vivo con mia mamma che ha 72 anni e ci sosteniamo grazie alla sua pensione. In famiglia siamo solo noi due, mio padre è morto sette anni fa a causa di una grave malattia. A volte mi sento morire al pensiero che vivo con quei pochi spiccioli della pensione di mia mamma. Non so cosa può esserci di peggio, forse finire a vivere in mezzo alla strada. La mattina esco di casa e torno la sera perché so che mia mamma soffre a vedermi in casa. E allora vado in giro, nei bar, nei negozi, nei ristoranti per chiedere se hanno bisogno di lavoratori. La risposta è sempre la stessa, no.  Ho conosciuto il vostro movimento a dicembre dell’anno scorso quando ho partecipato alla manifestazione per chiedere le dimissioni di Berlusconi a Roma. Da allora condivido tutte le vostre proteste e le vostre battaglie per la Costituzione, per la solidarietà ai magistrati e ai giornalisti. Vi devo dire sinceramente che in una cosa secondo me sbagliate. Alla gente come me non gliene importa niente di Ruby, di Bunga Bunga, gli importa solo che quando si alza la mattina deve pensare a come arrivare alla sera mantenendo la dignità e non elemosinando o spendendo gli ultimi due euro sperando di cambiare la vita col Gratta e Vinci.


Alla gente come me interessa sapere che qualcuno si occupa dei nostri problemi e che li risolva. A me non mi cambia nemmeno un minuto della mia vita se arrestano Berlusconi anche se mi auguro che lo arrestino. Ma non mi cambia niente, continuerò a girare per la città alla ricerca di un lavoro che non troverò e a contare con mia mamma i centesimi. So bene che è giusto difendere la Costituzione e io solidarizzo sempre con tutti, con i giudici, con i giornalisti, con le donne. Ma con me e con quelli come me chi solidarizza? Ho letto che il 12 febbraio c’è anche nella mia città la manifestazione con le pentole. Ho già detto a mia mamma che ci andiamo assieme a manifestare. So che anche questo non servirà a cambiare la mia vita, che poi tornerò a casa e troverò la situazione di sempre. Ma voglio provarci anche questa volta sperando che qualcuno senta la mia voce e la voce di quelli come me, della gente normale.


Non vi preoccupate, se non volete pubblicare questo mia lettera fa niente ma almeno mi sono sfogato.


Matteo (Napoli)"

 

Caro Matteo, sentiamo di dirti solo che la protesta è l'unica cosa che ci è rimasta, insieme alla voce per urlare. Questo giornale è a tua disposizione, non mollare e continua a lottare perchè non sei solo!

 

Antonio Ruggiero

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    tutaj (mercoledì, 23 novembre 2016 19:06)

    centralising

  • #2

    wróżki przez telefon (lunedì, 05 dicembre 2016 14:45)

    Aztek

  • #3

    Willette Lemaster (domenica, 22 gennaio 2017 02:09)


    You really make it appear so easy with your presentation however I in finding this topic to be actually one thing that I believe I would never understand. It seems too complex and very wide for me. I'm taking a look ahead to your next put up, I'll try to get the cling of it!